• Accreditato da
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

In un contesto sociosanitario dominato dal progressivo miglioramento della qualità della vita, è inevitabile assistere ad un invecchiamento generale della popolazione, dovuto logicamente ad una migliorata capacità del sistema sanitario di far fronte alle patologie che, un tempo incurabili, ora vengono gestite in maniera efficace e prolungata. All’interno di questo quadro favorevole vanno però collocate diverse patologie fortemente invalidanti, in particolar modo quelle ad origine autoimmune; si tratta molto spesso di condizioni ingravescenti che non hanno possibilità di cura o di «ritorno alla normalità», che influiscono non solo sulle condizioni fisiche del paziente ma che colpiscono in maniera indiretta anche la psiche degli individui coinvolti, in quanto la quotidianità viene stravolta e riadattata in funzione della nuova patologia: in questi casi il sistema sanitario nonché i singoli professionisti coinvolti sono chiamati a mettere in campo le loro competenze al fine di garantire una qualità della vita quanto più possibile eccellente per il paziente, e proprio in quest’ottica la parola chiave è la multidisciplinarietà.

La gestione di una patologia già di per sé articolata si complica ulteriormente in presenza di più morbilità; l’esigenza di capacità cliniche specifiche e di competenze trasversali rende necessario integrare l’esperienza di professionisti differenti per poter affrontare la patologia invalidante da diversi punti di vista: se da un lato il professionista clinico specializzato (reumatologo, dermatologo, ...) possiede le competenze necessarie per affrontare la patologia dal lato prettamente clinico e fisiologico, dal lato opposto il farmacista ospedaliero possiede nozioni fondamentali nella stesura di un percorso assistenziale (farmacologico e non solo) efficace e mirato verso il paziente, che permette sia di innalzare considerevolmente la qualità della vita del malato, destinato a «convivere» con la patologia ma riuscendo a limitarne le conseguenze invalidanti, sia di indirizzare verso la scelta dei farmaci più idonei ed efficaci da un punto di vista clinico, senza però trascurare l’impatto economico della scelta farmacologica.

E’ proprio all’interno di questa visione multidisciplinare (o, per meglio dire, Interdisciplinare) che il termine «cronicità» assume un significato completamente nuovo; affrontare la cronicità significa dunque raccogliere una «sfida di sistema, che deve andare oltre i limiti delle diverse istituzioni, superare i confini tra servizi sanitari e sociali, promuovere l’integrazione tra differenti professionalità, attribuire una effettiva ed efficace centralità alla persona e al suo progetto di cura e di vita».

Programma

PROGRAMMA SCIENTIFICO

I MODULO

Introduzione e obiettivi del percorso formativo (21 minuti)

M. E. Faggiano

II MODULO

Complessità nella gestione delle malattie croniche invalidanti in dermatologia (94 minuti)

P.Amerio

III MODULO

Gestione e personalizzazione delle terapie in reumatologia (72 minuti)

C.F. Selmi

IV MODULO

Evidenze farmaco-economiche da dati real-world con particolare riferimento alla aderenza alle terapie (59 minuti)

E. Menditto

V MODULO

Garantire l’accesso alle terapie: quale processo virtuoso (54 minuti)

M. E. Faggiano

VI MODULO

Ottimizzazione delle risorse e indicatori da monitorare (76 minuti)

G. Gugliemi, D. Iovine

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Per poter accedere al corso è necessario utilizzare un device dotato di connettività Internet, di un browser di navigazione standard (Chrome, Safari, Firefox, Microsoft Edge). Sconsigliato l'utilizzo di Internet Explorer.

Procedure di valutazione

Per l’ottenimento dei crediti formativi i partecipanti dovranno: essere specializzati esclusivamente nelle discipline indicate sul programma; iscriversi al corso registrando il proprio account sul sito dedicato all’evento https://micomfad.it/; presenziare ad almeno il 90% dei lavori scientifici (la partecipazione verrà registrata automaticamente in piattaforma all’accesso dell’utente e per tutta la durata del corso); superare il questionario di verifica di apprendimento con almeno il 75% di risposte corrette e compilare la scheda di valutazione della qualità entro le 72 ore dalla diretta webinar.

QUESTIONARIO DI APPRENDIMENTO ECM:

  • Per superare la verifica in oggetto è necessario rispondere correttamente ad almeno il 75% delle domande del questionario
  • Occorre selezionare una sola risposta corretta per ogni domanda
  • Sono consentiti al massimo cinque tentativi di superamento della prova, previa la ripetizione della fruizione dei contenuti per ogni singolo tentativo.

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Dermatologia e venereologia
  • Direzione medica di presidio ospedaliero
  • Gastroenterologia
  • Reumatologia

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera
  • Farmacia territoriale
leggi tutto leggi meno

Allegati

Promozioni attive

  • PROGETTO PALMO